• Gio. Apr 18th, 2024

Casamicciola, protezione civile salva animali sopravvissuti

Il suo padroncino è stato ucciso dalla frana che sabato mattina ha travolto Casamicciola e il piccolo meticcio è rimasto bloccato per tre giorni nell’auto trascinata dai detriti per decine di metri.

Ma poche ore fa l’animale è stato salvato, non senza difficoltà, dai volontari della Protezione civile. “Non è stato facile avvicinare ilcane, particolarmente aggressivo perché rimasto chiuso in auto per tre giorni”, racconta all’Adnkronos la dirigente della Protezione civile Campania, Claudia Campobasso. “Ma ci siamo riusciti”, aggiunge. Quando è stato fatto uscire dall’abitacolo dell’auto il cane mordeva ed era aggressivo e non faceva avvicinare nessuno. “Era rimasto chiuso per 72 ore in macchina . dice ancora la dirigente – e forse gli mancava anche il suo padrone”. “Siamo stati costretti a chiamare dei veterinari – spiega Gianni Capuano, volontario della Protezione civile – Che lo hanno sedato. Intanto è stato sistemato in un recinto sistemato dai volontari”. Ad accorgersi del cane sono stati i vigili del fuoco che stavano eseguendo dei controlli nella zona travolta dal fiume di fango. C’è già una persona che è disposta ad occuparsi del meticcio rimasto senza padrone. Una piccola storia a lieto fine in una vicenda tragica, piena di dolore.

I soccorritori che cercano i dispersi dell’alluvione di Casamicciola hanno trovato anche il cane della famiglia del tassista Gianluca Monti, la cui casa è stata per buona parte sepolta dal fango: dei cinque componenti del nucleo familiare i tre figli sono stati trovati morti mentre risultano dispersi i genitori. L’animale si trovava sul tetto della abitazione dove, tra ieri ed oggi, sono stati recuperati i corpi. Un altro animale della famiglia, il cavallo, era stato trovato morto a valle, trascinato dalla furia della colata di fango e detriti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *