• Mar. Giu 25th, 2024

Sea Shepherd apre al pubblico una delle sue navi a La Spezia

ByRedazione

Ago 29, 2023

La “flotta di Nettuno”, ovvero le barche di proprietà dell’organizzazione, vengono utilizzate in tutti i mari, dal Mediterraneo fino all’Antartide, per operazioni dirette a difendere, conservare e proteggere la fauna e gli habitat marini in tutto il mondo.

Negli anni abbiamo avuto il piacere e l’onore di poter dare occhi e voce a Sea Shepherd, coloro che quotidianamente si prodigano alla salvaguardia della natura marina e su tutto l’ambiente. E non potevamo che supportare questa loro iniziativa e portare più persone a vedere con i propri occhi questa meravigliosa Flotta Nettuno!

Sea Shepherd è un’organizzazione internazionale senza fini di lucro la cui missione è quella di fermare la distruzione dell’habitat naturale e il massacro delle specie selvatiche negli oceani nel mondo interno, al fine di conservare e proteggere l’ecosistema e le differenti specie marine.

Attiva nei mari italiani con due imbarcazioni e un equipaggio a terra, Sea Shepherd Italia opera da 12 anni nel Mar Mediterraneo contrastando la pesca illegale, la dispersione della plastica dovuta ad attività di pesca fuori normativa, combattendo il bracconaggio nella aree marine protette o di specie definite a rischio di estinzione e salvaguardando la deposizione delle caretta caretta sulle spiagge italiane. 
Queste operazioni coinvolgono quasi cento volontari all’anno, provenienti da tutta Europa.  

La nave M/Y Sea Eagle, l’aquila a difesa del Mediterraneo, è una ex pilotina francese di 40 metri che accoglie 19 membri di equipaggio e due gommoni.
E’ stata acquistata grazie alla donazione ricevuta dalla compagnia assicurativa “Allianz Italia” con lo scopo di affrontare il problema dei detriti di plastica che inquinano i mari.
La nave è ormeggiata nel molo di La Spezia dal 18 Agosto e ci resterà fino al 17 Settembre, salpando per missioni giornaliere, ed è visitabile al pubblico durante i weekend.
L’equipaggio sarà lieto di accompagnare i visitatori a bordo, raccontare le numerose storie legate all’imbarcazione e all’azione diretta in difesa del nostro mare. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *