• Mer. Apr 17th, 2024

Il cane Scrabble torna al rifugio 72 ore dopo l’adozione. Ma il suo sconforto dura poco

Illuso e poi rassegnato. Così, ad appena 72 ore dalla sua agognata adozione, un cucciolo di cane è tornato al rifugio.

Una sfortuna che non meritava ma che, alla fine, si è trasformata in una grande chance di riscatto, visto e considerato che il pelosetto è stato accolto subito dopo da una nuova famiglia in una nuova casa.

Era stato Newsweek a raccontare la storia di Scrabble, sette mesi soltanto, che – insieme al fratellino Checkers – era stato salvato da una morte quasi certa dai volontari di un rifugio del Tennessee. Nonostante avesse apparentemente trovato la sua definitiva sistemazione, tre giorni dopo l’addio il piccolo Scrabble si è ripresentato, mesto e deluso, al centro di recupero. Un ritorno straziante, che lo staff del rifugio ha voluto pubblicare sulla pagina TikTok della Guest House di Shultz, attirando tantissimi utenti, costernati e sconfortati per quanto accadutogli.

Non è la prima volta e non sarà neppure l’ultima, purtroppo. I cani restituiti tra le 24 ore e le due settimane dopo essere stati adottati, per una moltitudine di motivi e nonostante gli sforzi del personale dei diversi rifugi, sono sempre molti, troppi. Neppure un più accurato controllo sulle richieste di adozione sembra sortire effetti positivi. “Tutti i nostri coordinatori ribadiscono i tanti aspetti legati e connessi all’arrivo in casa di un nuovo quattrozampe – fanno sapere dal centro di recupero in questione – possedere un cane è un impegno per tutta la vita, ma l’eccitazione di portare a casa un nuovo cucciolo carino a volte supera la logica e il ragionamento“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *