• Mer. Apr 17th, 2024

Anche le tartarughe marine “parlano”. 53 specie animali ritenute mute in realtà comunicano

Dopo qualche anno, abbiamo deciso di riaprire le nostre telecamere, per continuare a dare la parola a chi non ce l'ha.

Uccelli canori, rane gracchianti o cani che abbaiano: la comunicazione tramite suoni è comune in diversi gruppi di vertebrati. Queste vocalizzazioni svolgono un ruolo fondamentale nella genitorialità, nella scelta del compagno e in altri comportamenti. Nonostante la sua importanza, poco si sa su quando e in quale fase della storia evolutiva dei vertebrati sia apparso per la prima volta questo comportamento. Le analisi comparative possono fornire informazioni sull’origine evolutiva della comunicazione acustica. Spesso, tuttavia, mancano informazioni da gruppi chiave che non sono stati ancora studiati in modo approfondito. Lo studio “Common evolutionary origin of acoustic communication in choanate vertebrates”, pubblicato su Nature Communications da un team internazionale di ricercatori guidato dal peleontologo Gabriel Jorgewich-Cohen del del Paläontologischen Institut und Museum dell’UZH dell’Universität Zürich (UZH) ha dimostrato che

«La comunicazione attraverso richiami acustici è diffusa non solo nei vertebrati terrestri come uccelli e mammiferi, ma anche nei rettili, negli anfibi e nei pesci. Molte di queste specie non sono mute ma hanno un repertorio acustico ampio e complesso».

Secondo il team di ricercatori svizzeri, statunitensi, brasiliani, austriaci, e britannici, «L’origine evolutiva della comunicazione acustica risale a più di 400 milioni di anni fa».  Si tratta di risultati che possono riscrivere parte di ciò che sappiamo sull’evoluzione e che suggeriscono che tutti i vertebrati che respirano attraverso il naso e usano il suono per comunicare discendano da un singolo antenato. Una forte conferma per la biologia evolutiva che discute se gli esseri viventi discendano da un singolo antenato o abbiano origini multiple.

Leggi intero articolo 

Noi di CGTV Channel tempo fa siamo andati in soccorso delle tartarughe caretta caretta - guarda il video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *