• Gio. Mag 30th, 2024

Tutti pazzi per la Gigia, la taccola regina di dispetti: ha perfino rubato 50 euro al mercato

ByRedazione

Dic 26, 2022

L'uccellino ha conquistato il cuore del paese con le sue avventure.

Una taccola per amica: quello che sta succedendo negli ultimi mesi a Fanna sembra uscito direttamente da un libro per bambini. Nella piccola comunità di 1.600 anime della pedemontana maniaghese, infatti, ha fatto la sua comparsa un personaggio che è presto diventato protagonista indiscusso di ogni conversazione: Gigia, un’adorabile taccola nera che ama il contatto con le persone e non perde occasione di combinare marachelle in giro per il paese, infischiandosene delle possibili conseguenze, avendo maturato la consapevolezza che sarà comunque perdonata. L’uccello ha conquistato in fretta il cuore dei fannesi, tanto che ormai il gruppo Facebook Sei di Fanna se… è un costante aggiornamento sulle avventure di Gigia e sulla sua posizione. C’è chi se la ritrova in terrazzo al mattino per il buongiorno, e chi invece se la porta a casa la sera.

LA PROTAGONISTA
Talvolta, però, il carattere curioso di Gigia la porta a cacciarsi nei guai: ne sanno qualcosa Sergio e Angela della Pizzeria Volante, ai quali la taccola qualche settimana fa ha fatto cadere una pizza nel tentativo di intrufolarsi nel camioncino parcheggiato nella piazza principale per rubare del cibo. Per non parlare poi di quando, a inizio dicembre, Gigia ha tentato il colpo grosso al mercato settimanale del martedì: ha rubato una banconota da cinquanta euro dal banco dei formaggi non appena un incauto acquirente l’aveva appoggiata per saldare i propri acquisti. Dopo vari inseguimenti e peripezie, però, la refurtiva è stata fortunatamente e felicemente recuperata, dunque non sarà necessario mettere agli arresti il tenero uccellino nero. Gigia, per la verità, a volte si spinge in esplorazione fino a Maniago, ma pare avere una vera e propria predilezione per Fanna, dato che poi fa sempre ritorno.

LA SUA STORIA
Nessuno sa da dove provenga, ma è opinione comune che sia fuggita – o sia stata liberata – dopo essere stata allevata in cattività: questo spiegherebbe l’estrema nonchalance con cui interagisce con le persone, al punto da salire sulle spalle e da farsi prendere in mano dagli sconosciuti come se nulla fosse. I selfie con Gigia ormai si sprecano: è diventata una sorta di star con cui conquistare like in Instagram. Altro elemento a sostegno della tesi che Gigia sia domestica è il fatto che, in natura, le taccole sono uccelli dalle abitudini gregarie, vivendo in coppie che durano tutta la vita e che a loro volta fanno parte di grandi stormi. La passione di Gigia per il denaro, tra l’altro, ha un riscontro nel nome scientifico della specie, monedula. Il termine infatti deriva dall’unione delle parole latine moneta ed edulis e significa mangiatrice di monete, in riferimento all’attrazione di questi uccelli per gli oggetti luccicanti. La taccola è diffusa in tutta Europa: è un uccello onnivoro adattabile e opportunista, che si nutre indifferentemente di cibo di origine animale o vegetale a seconda della disponibilità del momento.

Fonte: Il gazzettino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *