• Gio. Mag 30th, 2024

Una cagnolina partorisce un cucciolo uguale al gatto di casa. La folle convinzione del proprietario: il padre è il micio

ByRedazione

Set 16, 2023 , ,

Per la serie Mater semper certa est, pater numquam, una dolce cagnolina ha avuto a sorpresa un cucciolo.

Ed è bianco e nero, proprio come il gatto di casa. Una “coincidenza” che ha lasciato assolutamente stupefatto il loro umano e che ha maturato la folle convizione che il cucciolo sia figlio del gatto, e non il frutto di una “fuitina”.

E ci crede così tanto da aver iniziato a girare una serie di video in cui racconta in modo esilarante la sua teoria, che potremmo ribattezzare la Saga di Rica e Petruquio e del cucciolo misterioso.

Siamo in Brasile. E anche se in realtà il neonato non ha nulla di speciale, è già diventato un caso social. Trattasi di un normalissimo e sano cucciolo di cane bianco e nero, probabilmente come il papà, nato da una mamma color caramello. Niente di strano quindi. Ma secondo Dante Siebra, la sua tenera Rica non ha avuto alcuna possibilità di accoppiarsi, se non con Petrúchio, il gatto di casa, di cui il piccolo ha “miracolosamente” preso i colori.

Non esiste, e non è mai esistito, un incrocio fra cane e gatto. E anche questo non è il caso. Ma Dante racconta la vicenda su TikTok con così tanta passione e convinzione da aver raccolto centinaia di commenti di sostegno. Fra le prove, il fatto, secondo lui insolito, che cane e gatto vivono in armonia in casa dal primo giorno, non si sono mai azzuffati o contesi qualcosa, e si sono sempre comportati come una coppia. Il cucciolo ha la testa nera con una macchia bianca sulla fronte, proprio come il gatto. E anche adesso entrambi si stanno prendendo cura del nuovo arrivato, in modo dolce e protettivo, come se fosse loro figlio.

 

Ora, dunque, chi è il padre? Forse Dante dovrebbe cercarlo nel giardino di qualche vicino di casa, piuttosto che nel suo. Ma tant’è. Nella realtà anche esemplari dalla medesima cucciolata possono essere di colore diverso, e tale colore dipenderà dalla combinazione dei geni del mantello che ogni singolo cucciolo eredita da entrambi i genitori. Tuttavia, questo non significa necessariamente che il colore sarà identico a quello dei suoi, perchè ogni cane è portatore di diversi geni recessivi che determinano il colore. E quando il cucciolo crescerà, e inizierà ad abbaiare invece che a miagolare, forse anche Dante si arrenderà all’evidenza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *